La Pellicceria Meccio inizia la sua attività nel 1920 con la bisnonna Gaetana Meccio modista confezionatrice di accessori moda quali cappeli, colli, polsi e quantaltro attinente alla lavorazione artigianale. La Signora Gaetana infonde alla nuora Cadile detta Carmelina Meccio la passione per questa attività ampliandone gli orizzonti con la creazione di un laboratorio artigianale.Se è vero che la fortuna aiuti gli ardimentosi in questo caso la dea bendata pose la sua benefica mano sul marito facendogli vincere una piccla somma (SISAL) che fu oculatamente investita in quella che si rivelò una lungimirante e proficua attività.

" Il Lavoro per Il lavoro " era, è, e resterà, un motto, che trasmesso di generazione in generazione, permetterà di soddisfare le crescenti esigenze della clientela.La nonna Carmelina è colei che ha portato all'apice il nome MECCIO in ambito Internazionale vincendo numerosi riconoscimenti, attestati e premi quali:

  • Il Visone d'Oro - Londra
  • Il Mercurio d'Oro - Bruxelles
  • Polifemo d'Argento - Zafferna Etnea
  • Antonello da Messina - Taormina (ME)

Nonchè per ultimo ma non per questo meno importante il riconoscimento ai "50 anni di Attività" conferitole dalla AIP (Associazione Italiana Pellicceria).

Intuitiva, Ecletica, Eccentrica diresse l'attenzione della produzione al confezionamento di mini pelliccie graziose e pratiche rivolte alla moda bimbi. Nel corso degli anni, la qualificata esperienza acquisita dal personale, dal figlio Pino che ha frequentato una scuola di specializzazione a Milano, dalla nuora Carla, fanno si che il nome MECCIO diventi una vera e propria istituzione nel settore lasciando fino ad ora una traccia indelebile nel settore moda.Questa tradizione viene oggi raccolta e alimentata dalle nuove generazioni, i Nipoti, che si esprimono all'Alba del nuovo millennio secondo le rinnovate esigenze femminili nella nuova sede Alba di Meccio & C., che rivolge la sua attenzione ai privati in ambito provinciale e regionale.

AIP

 

100anni2

Manichino